domenica 29 settembre 2013

colpe


5 commenti:

  1. Effettivamente, siamo proprio con l'acqua alla gola...

    RispondiElimina
  2. Un incubo, non trovo altre parole.

    RispondiElimina
  3. In realtà si sapeva che prima o poi i processi di Berlusconi avrebbero fatto deflagrare tutto. Chi oggi, al governo con lui piange, piange lacrime di coccodrillo (io me ne intendo).

    RispondiElimina
  4. Non vorrei sembrare cinico, ma in fondo quello che succede è proprio colpa dell'italia, nella sua complessità.

    A me viene sempre in mente il grande Ettore Petrolini che durante uno spettacolo di varietà, rivolto ad un tipo che dal loggione lo apostrofava con lazzi e sberleffi, disse: io non ce l'ho con te, ce l'ho con quello che ti sta accanto che non ti ha ancora buttato giù!

    RispondiElimina